Il 70% dei bambini di quando ero bambino io si chiamava Luca. L’altro 30% si chiamava Gianluca.
La mia sensazione era che chiamarmi Luca fosse come l’aria perché non sembrava darmi né colore né spessore, era una ics, un orpello anagrafico privo di fascino, un’occasione persa. Mi sarebbe piaciuto avere un nome da strafico unico, tipo Diego o Giandiego o Diegomaria, uno di quei nomi che non serve far seguire dal cognome per far capire chi tu sia. Ma alla fine meglio così, mi sentivo già abbastanza alieno per conto mio.

Adesso sono convintamente Luca. E va bene così.

La musica è orologio che si ferma, sospensione dell’attesa, tregua.
La musica è sensi (tutti assieme!), come il sesso.
La musica è miniera, più si scava più le pietre sono pure.
Senza musica sarei ingolfato dalla razionalità e corroso da ansie da produttività .
Senza musica sarei un altro. Magari mi chiamerei Giandiego.

berlin3

One thought on “Luca chi?

  1. Ciao Luca ,volevo semplicemente farti i complimenti per il lavoro che hai fatto a Renato bravo !!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website